Industrial Forum Italo Svizzero. Lugano ad ottobre ospiterà un’eccellente rappresentanza dell’ecosistema internazionale

Conferenze, incontri B2B, networking. Lugano, il 16 ottobre 2024, ospiterà il primo Forum Industriale italo svizzero. Coinvolte realtà di spicco del Made in Italy, ricercatori e produttori eccellenti del settore meccanico, elettromeccanico, automazione e della lavorazione plastico.

Tabella dei Contenuti

Un evento imperdibile rivolto agli operatori di un settore ampio e sfaccettato che vede il Made in Italy come fiore all’occhiello. Il riferimento va agli ecosistemi dell’aerospazio, dell’automotive, del ferroviario ma anche agli stampaggi, al cablaggio così come al medicale e ai componenti per la filiera del pharma e del medtech.

Il Primo Forum Industriale Italo Svizzero è organizzato dalla Camera di Commercio Italiana per la Svizzera a Lugano con l’obiettivo di creare un ponte tra le due nazioni, mettendo in contatto la domanda e l’offerta in una giornata dedicata esclusivamente al settore della manifattura meccanica, delle lavorazioni strategiche, delle filiere che necessitano di produzioni elettromeccaniche di precisione.

Il Forum Industriale Italo Svizzero darà modo ai principali attori del settore di approfondire la conoscenza reciproca dei due comparti industriali così come di esaminare i macro-trend che influenzano il panorama industriale internazionale.

A Lugano, il 16 ottobre 2024, nella sede della SUPSI, si riuniranno i rappresentanti della manifattura meccanica più avanzata al mondo, provenienti da Italia e Svizzera.

Il valore del Forum italo svizzero di Lugano

Il Forum si suddividerà in due momenti: al mattino una conferenza metterà in circolo conoscenze aggiornate, mettendo a disposizione dei partecipanti, dati, ricerche e trend legati alla meccanica e all’industria di precisione.

Nel pomeriggio, dopo un light lunch offerto dalla Camera di Commercio Italiana per la Svizzera, si proseguirà con gli incontri B2B nelle quali aziende italiane selezionate e in target con la domanda elvetica incontreranno i buyer che avranno piacere di scoprire l’offerta Made in Italy.

L‘accesso ai buyer sarà gratuito.

Perché a Lugano?

La città tecnologica del Ticino è stata scelta come sede della prima edizione del Forum italo svizzero perché rappresenta un luogo strategico: un crocevia di interessi che accomunano Italia e Svizzera.

Inoltre, Lugano ospita la sede della SUPSI, nella quale trovano posti i dipartimenti di ingegneria più avanguardistici. Ma non è tutto: la città sull’omonimo Lago intende diventare uno snodo strategico per la messa in contatto delle aziende industriali provenienti dalla Svizzera tedesca e da quella Romanda, con le controparti italiane.

Per questo, il Campus Est della SUPSI a Viganello è risultato la location perfetta per unire gli intenti e le visioni.

La conferenza del forum industriale

Il 16 ottobre 2024 durante l’intera mattinata sarà protagonista una conferenza settoriale che darà voce ad esperti dei vari ambiti coinvolti, a rappresentanti delle associazioni di categoria e ai professori dell’Università SUPSI. Un panel di esperti condivideranno le loro conoscenze e le esperienze più aggiornate con il pubblico di imprenditori che prenderanno parte alla conferenza ad accesso gratuito. Analisi, prospettive macroeconomiche che riguardano gli ecosistemi industriali presi in esame ma anche indagini sulle dinamiche industriali attuali e future, porranno il focus sul contesto svizzero e su quello globale.

La conferenza del Forum industriale sarà quindi un’opportunità unica per ottenere informazioni e notizie dettagliate, ricevere aggiornamenti pertinenti e partecipare a dibattiti costruttivi sul futuro dell’industria elettromeccanica.

A chi è rivolta la conferenza?

Gli approfondimenti teorici della conferenza del mattino saranno rivolti a:

  • Aziende ed operatori del settore, italiani e svizzeri, che vogliano approfondire le prospettive industriali e valutare nuove opportunità di collaborazione
  • Decision maker e agli specialisti sia elvetici che italiani
  • Imprenditori italiani e svizzeri interessati ad espandere la propria presenza sui due mercati di riferimento

Chi saranno gli speaker del Forum Industriale Italo Svizzero

Interverranno:

Intervento: “Benvenuto e analisi del settore beni industriali a cavallo tra Italia e Svizzera”

Intervento: “Forecast del mercato globale del settore dei beni industriali”

Intervento: “I best case e fondi federali ed europei per la collaborazione industriale”

Intervento: “Focus trend e analisi delle sfide del settore”

Intervento: “Digitalizzazione e intelligenza artificiale nell’industria”.

I B2B per le aziende meccaniche italiane

La seconda parte della giornata del 16 ottobre 2024 avrà un taglio più tecnico ed operativo e sarà dedicata agli incontri B2B riservati alle aziende italiane che vogliano incontrare la domanda svizzera del settore meccanico. Sarà un’opportunità preziosa di scambio e di incontri riservato alle aziende italiane e ai buyer svizzeri, e consentirà loro di:

  • esporre i propri prodotti e descrivere i servizi a un pubblico di decision maker elvetici
  • incontrare potenziali clienti durante i B2B organizzati ad hoc, volti a facilitare l’avvio di nuove partnership;
  • beneficiare della visibilità generata dall’intensa campagna di comunicazione che la Camera di Commercio Italiana per la Svizzera appronterà su tutti i canali on line e off line nei quali opera.

I buyer e i decision maker elvetici che incontreranno le aziende italiane potranno:

  • accedere in modo privilegiato ad una catena di fornitori selezionati
  • incontrare e conoscere i più qualificati produttori Made in Italy del settore meccanico ed elettromeccanico
  • scambiare best practice e verificare di persona l’offerta italiana alle loro richieste specifiche.

Programma del Forum per il 16 Ottobre 2024

01
01

09:30 - 09:50

Accreditamento e Networking

02
02

10:00 - 10:15

Benvenuti e Introduzione CCIS, Consolato

03
03

10:15 - 10:35

Speaker 1 - UBS

04
04

10:35 - 11:15

Speaker 2 - SUPSI

05
05

11:15 - 11:30

Coffee break

06
06

11:30 - 11:50

Speaker 3 - SWISSMECHANIC

07
07

11:50 - 12:15

Speaker 4 - MIKRON

08
08

12:30 - 14:00

Lunch & Networking

09
09

14:00 - 17:30

B2B

Roma si propone come piattaforma di open innovation nel settore del Green-tech a settembre

Green, innovazione ed economia globale sono i temi attorno ai quali si svilupperà il “Greentech Global Forum” organizzato per il 16 e 17 settembre a Roma.

MAECI (Italian Ministry of Foreign Affairs and International Cooperation), Simest (Italian Internationalization Support Company), Sace (Italian Export Credit Agency) e Ita (Italian Trade Agency), in collaborazione con Lazio Innova, Assocamerestero e Unindustria, creeranno a Roma una piattaforma di Open Innovation internazionale dedicata al green tech.

Il Greentech Global Forum interesserà due giorni della “Roma Future Week” e sarà ospitato nell’ambito della Rome Startup Week organizzata nel Complesso del Gasometro Ostiense.

Le verticali specifiche coinvolte sono:

  • tecnologie per la transizione energetica e applicazioni per le Smart City,
  • sviluppo di sistemi per l’energia verde (green Power)
  • la mobilità elettrica (E-Mobility),
  • i servizi avanzati per i cittadini (Advanced Citizen Services)
  • la circular economy

Obiettivi

Aziende medie e grandi da tutto il Mondo saranno invitate, tramite i loro innovation manager, a presentare le sfide in termini di innovazione green che stanno affrontando o che ritengono di dover affrontare nel breve periodo, allo scopo di comunicare alle controparti italiane quali collaborazioni internazionali possano essere auspicabili e rispondere ai loro bisogni.

Ad ascoltare i loro interventi da parte italiane e pronte a proporre delle collaborazioni alcune big company e aziende strategiche basate a Roma, come ENI, ENEL, Terna, Telecom, CISCO, Eni Plenitude, per citarne alcune, accompagnate da PMI e startup incubate o accelerate nella Capitale. Maggiori info sul sito www.lazioinnova.it/greentech-global-forum/

La Svizzera

La Camera di Commercio Italiana per la Svizzera sta quindi attivamente cercando corporate basate in Svizzera interessate a partecipare come relatori nell’ambito di questo evento per presentare trend e fabbisogni tecnologici e cercare collaborazioni con i player italiani presenti.